07 Marzo 2021 -

CENERE LAVICA SULLA A18, SOSPENSIONE PAGAMENTO PEDAGGIO A GIARRE E FIUMEFREDDO

Aggiornamento Ore 20:00

Rimarranno a lavoro tutta la notte le squadre di Autostrade Siciliane impegnate a liberare il nastro autostradale ricoperto da una copiosa quantità di terra lavica, piovuta quest’oggi a seguito dell’eruzione dal cratere di Sud-Est dell’Etna. Interessata in particolare la tratta autostradale compresa tra Fiumefreddo e Giarre della A18 Messina-Catania (esattamente dal km. 51 al km. 58), rimasta chiusa per qualche ora e dove la pioggia sta complicando le operazione di rimozione del terriccio nero. Al momento sono state riaperte due corsie e il traffico ha ricominciato a scorre sia in direzione Messina che in direzione Catania. Rimane ancora sospeso il pagamento del pedaggio ai caselli di Giarre e Fiumefreddo, per qualsiasi mezzo in transito, e si raccomanda sempre di fare molta attenzione e di essere prudenti alla guida.


Ore 13,30

Nuovo evento parossistico dal cratere di Sud-Est dell’Etna con fontane di lava e l’emissione di una nube eruttiva che ha provocato un’intensa pioggia di cenere e lapilli in particolare sulla tratta autostradale compresa tra Fiumefreddo e Giarre della A18 Messina-Catania (esattamente dal km. 51 al km. 58), provocando disagi e rallentamenti.

Sul posto le squadre di assistenza alla viabilità di Autostrade Siciliane stanno intervenendo per rendere fruibile il passaggio nel più breve tempo possibile, ma compatibilmente con i ritmi dell’attività vulcanica. Si raccomanda prudenza alla guida.

Sino al completo ripristino delle condizioni di percorribilità autostradale, è stata disposta l'uscita obbligatoria a Fiumefreddo, per chi viaggia in direzione Catania, e a Giarre, per chi viaggia in direzione Messina. È stato inoltre disposto il libero passaggio, senza pagamento del pedaggio, sia al casello di Fiumefreddo che di Giarre.